fbpx

Come raddrizzare la schiena

La postura umana può essere definita come un sistema di forze esterne applicate ad un sistema di leve che è il nostro scheletro. 

Consideriamo la gravità e le trazioni che le catene muscolari eseguono per tenere il corpo eretto contro di essa. Da queste nasce un allineamento corporale preciso ma variabile , ovvero la posizione che ognuno di noi assume nello spazio contro la gravità. 

Di fondamentale importanza sono la colonna vertebrale, sacro e bacino e non per ultimo il cingolo scapolare: i muscoli responsabili della stabilità di tali segmenti sono sempre sollecitati, stressati e se allenati scorrettamente possono essere deboli o troppo contratti.  

Se consideriamo che due terzi della muscolatura ci proietta in alto per assicurare equilibrio contro la gravità  ma che allo stesso tempo ci schiaccia tirando verso il basso da punti fissi nella ossa del corpo e che spesso la postura è anche uno specchio delle nostre emozioni, ne deriva che il risultato è un momento di equilibrio molto precario e variabile e pertanto stressa corpo e mente. 

Per ottenere una postura corretta, dobbiamo serenamente entrare in contatto con  ogni movimento concesso dal nostro corpo, per poi saperlo sfruttare al meglio senza spendere energie in modo casuale.

 Quindi seguire un corso di stretching , yoga , ginnastica posturale oppure pilates , applicare qualche seduta da un fisioterapista od osteopata se necessario, piuttosto che semplicemente iniziare a muovere il proprio apparato locomotore ! 

Un programma di esercizi intelligente dovrà tenere in considerazione la funzione muscolare di ogni distretto in base al soggetto ( se atleta o neofita di sport, giovane o vecchio, brevilineo o meno…ecc )e lavorare specificatamente nel rinforzo o nel rilassamento secondo i vari casi.

esercizi Come raddrizzare la schiena